-->

lunedì 14 gennaio 2013

Un anno di noi

Fuori piove e dentro io mi stringo in un abbraccio caldo di coperte e di te.
Un anno fa a quest'ora iniziavi a bussare alle porte del mondo e io, impaurita e impaziente, mi preparavo ad accoglierti, a dirti Ciao bambina per la prima volta.
Il tempo si è fermato in quell'istante in cui i tuoi occhi vivi hanno incontrato i miei, stanchi e lacrimosi, in cui le mie mani si sono posate sul tuo respiro.
Eppure no, niente si è fermato, la terra ha fatto il suo giro, e il tempo ci ha restituito quel giorno che rimarrà sempre nel mio cuore, perché è il giorno in cui sono nata anch'io, mamma tua!
E la casa riecheggia delle tue risa bambine, pulite, tutte vere.
C'è una cosa che è rimasta intatta, una cosa che mi hai regalato tu, come una magia. Quando ti ho presa fra le braccia e ti ho toccato come si tocca qualcosa di immensamente prezioso e irripetibile, col cuore che trema e il respiro che si ferma per paura di danneggiarla mi ha assalita tutto l'amore che provavo per te, un amore tutto nuovo, di cui non sapevo nemmeno d'essere capace. Così tanto e così improvviso che non sono riuscita a trattenere e ha iniziato così a corrermi lungo tutto il corpo come elettricità, di cui noi eravamo i conduttori. Un'elettricità che sento ogni volta che ti stringo, ogni volta che ti guardo dormire, ridere di gusto nei tuoi sogni bellissimi a occhi semichiusi e le mani morbide, chiuse nei tuoi pugnetti rotondi che nascondono una carezza per me, che tengo per le giornate no, quando il cielo è grigio, quando fuori piove...
La sento quando vedo il tuo viso aprirsi in un sorriso davanti il mio seno, offerto a te. Quando ti vedo muovere coraggiosa i primi passetti da sola e il mio cuore sussulta che pare avessi (io) imparato a volare... vola vola vola vola!
Così anche oggi è finito, siamo di nuovo una di fronte all'altra sul nostro lettone. Io mi raccolgo le gambe per accoglierti, tu hai il tuo latte, io ho te, le manine giunte in una preghierina segreta della sera, le guance piene, il tuo corpicino forte contro di me, sotto la mia mano che ti carezza la schiena e i capelli profumati che mi solleticano la bocca.
E ritrovo la pace, tutto il mondo sembra aver ritrovato il suo posto. La vita scorre sotto la nostra pelle, sopra sento tatuato questo fantastico anno di noi.

Grazie bimba mia, e ancora tanti, tanti auguri!
La mamma.

4 commenti:

  1. mi commuovo come sempre leggendoti perchè leggo quello che anche io provo per il mio piccolo...auguroni alla tua bimba!

    RispondiElimina
  2. Auguri, a tutte e due. Di cuore.

    RispondiElimina
  3. Quanta dolcezza.. Che Amore infinito!!

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutte!
    Claretta, che gioia la tua visita!

    RispondiElimina